26 Giugno 2019
  • 08:17 Prestiti cambializzati, il rischio è dietro l’angolo
  • 07:55 Prestiti immediati: dove è possibile reperirli?
  • 19:20 Il social lending è ormai un fenomeno globale
  • 19:16 L’Europa stanzia un miliardo per i prestiti ai giovani che subentrano nell’azienda di famiglia
  • 19:09 Il Consiglio Nazionale del Notariato ha deliberato la validità delle firma digitale messa su una cambiale

Da Bruxelles giunge una notizia che farà senz’altro piacere ai giovani, in particolare quelli che lavorano nell’agricoltura: è stato infatti stanziato un miliardo di euro in favore dei ragazzi che decidono di subentrare ai genitori nella guida dell’azienda familiare.

La decisione annunciata dalla Commissione Europea e dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) è stata commentata con notevole favore da Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura, secondo il quale i fondi in questione erogati in favore delle nuove generazioni di agricoltori potranno contribuire in maniera notevole alla sostenibilità economica e alla vitalità delle imprese, consentendo all’agricoltura italiana di trasformarsi, in linea coi tempi ed il mercato.

Il nuovo programma sarà gestito dagli Stati membri e tra le dirette conseguenze contribuirà non solo a fare scendere i tassi di interesse, ma concederà anche tempi più dilatati per iniziare a restituire il prestito allungando sino a 15 anni i tempi di rimborso.

Una notizia che contribuirà a rasserenare in particolare l’animo di quei giovani sotto i 30 anni che nel nostro Paese hanno deciso di condurre una azienda agricola, percentuale che secondo Confagricoltura ammonta in Italia al 4,2%.

 

Prestiti per giovani: una realtà spesso poco conosciuta

 

Quella dei prestiti per i giovani è una realtà spesso poco conosciuta. Le istituzioni ormai da tempo si sono fatte carico del problema relativo alla necessità di creare opportunità per la parte più giovane della popolazione, anche a livello creditizio. Spesso, infatti, i ragazzi sotto i 30 anni non trovano ascolto presso banche e finanziarie proprio perché non hanno la possibilità di avanzare garanzie adeguate per i piani di rientro delle cifre concordate. Una situazione che ha spinto il governo italiano a varare prestiti d’onore per gli studenti, oppure a fondo perduto per i giovani che intendano aprire una start up innovativa.

Una realtà che può essere conosciuta meglio grazie ai siti che ne trattano in maniera diffusa, a partire da iprestitipergiovani.it, dove sono presenti molte guide e informazioni in grado di rivelarsi un reale aiuto per chi sia alla ricerca di finanziamenti di questo genere.  

 

admin

RELATED ARTICLES
LEAVE A COMMENT